Cammina, corri, pedala, ricorda!

…ma soprattuto iscriviti alla 36ª edizione di "Un Fiore a Sant’Anna" 2019.Manifestazione non competitiva che unisce sport, memoria, passione per la montagna e attività all'aria aperta.Scegli tra una passeggiata lungo le mulattiere storiche, un giro in mountain bike o la cicloscalata tra le colline dell’Alta Versilia.Tutti i percorsi portano a Sant'Anna di Stazzema, tutti con lo stesso obiettivo: portare un fiore ai Martiri di Sant’Anna.

ISCRIVITI

Tre  i percorsi che portano a Sant'Anna di Stazzema, tutti con lo stesso obiettivo: portare un fiore ai Martiri di Sant’Anna. Scegli il tuo preferito!

TREKKING

Percorso 11km

Mappa

MTB

Circuito da 11 km

Mappa

Ciclosclata

Percorso da 17,5 km

Mappa
Quota di partecipazione € 10 | Sotto i 16 anni  € 5

PREISCRIZIONI

Scarica il modulo di iscrizione e consegnalo, entro venerdì 2 agosto ore 13:00, presso:

Versilia Format, sede dell’agenzia formativa, Via Osterietta n° 134 Pietrasanta (LU)

Circolo Arci di Valdicastello, Via Valdicastello n° 180, Pietrasanta (LU) 

Pianeta Sport, Via Provinciale Vallecchia n° 23, Pietrasanta (LU)

Bar Alimentari Gamba, Piazza Don Innocenzo Lazzeri, Sant’Anna di Stazzema (LU)

Maratonando, Via Aurelia Sud n° 160, Viareggio (LU)
dove ritirerai il tuo sacco gara.

ISCRIZIONI

Dalle ore 7:30 fino alle ore 8:30 presso lo stand nei pressi della Partenza Gara. Località  “Molino Rosso” (in corrispondenza della “Carducciana” Via Valdicastello Carducci n.90/94) in Valdicastello di Pietrasanta (Lucca).

L’iscrizione comprende: sacca, pettorale, maglietta, bottiglia di vino (ed. speciale, etichetta maestro Giuliano Vangi).

Nel pomeriggio è previsto il rientro via navetta.

Inizio gara ore 9.00.

SCARICA IL MODULO

organizzazione

con la collaborazione di

La prima edizione dell’evento risale al 1983 dall’idea di Lino Genovesi e sviluppata dalla Polisportiva Versiliese in collaborazione con l’associazione Martiri di Sant’Anna e con il patrocinio del Comune di Pietrasanta

La corsa era podistica partiva e arrivava dalla Piazza del Duomo di Pietrasanta passando per Valdicastello, Sant’Anna e Vallecchia. 

La corsa interessò per il particolare percorso diverse e importanti polisportive a livello nazionale tanto che nel 1986 venne prescelta come prova valida per il campionato italiano di corsa in montagna a squadre con partenza e arrivo dalla piazza del Duomo di Pietrasanta.

Dal 1988 alla corsa podistica vengono aggiunti i ciclisti, la partenza viene spostata a Valdicastello mentre l’arrivo è a  Sant’Anna per i ciclisti e a Vallecchia per i podisti. Nel 1993 si aggiungono le mountain bike. Nel 2002 a causa della chiusura del circolo di Vallecchia l’arrivo viene spostato alla Casa del popolo di Solaio.

Dal 2015 inizia la collaborazione con il circolo Arci di Valdicastello. Il percorso podistico viene arricchito da un anello lungo le mulattiere sopra Sant’Anna fino a raggiungere l’Ossario presso cui i partecipanti depongono una rosa rossa.

Con l’edizione del 2019 l’organizzazione del Fiore a Sant’Anna ha scelto di togliere ogni forma di classifiche per dare maggiore risalto a un trekking di riflessione godendo allo stesso tempo la bellezza panoramica del posto.

I monumenti sia artistici che storici che si incontrano lungo il percorso sono: poco prima della partenza La Pieve di San Giovanni e Santa Felicita di stile romanico, è una delle sette pievi della Versilia volute, si dice, da Matilde di Canossa e costruita verso la fine del secolo decimo.

A Valdicastello è possibile visitare la casa dove è nato, il 27 luglio 1835, il poeta e Premio Nobel Giosuè Carducci. Oggi la casa è diventata un museo dove è possibile ammirare gli arredamenti dell’epoca e scoprire aneddoti sul poeta.

Sempre a Valdicastello, non tanto per la bellezza ma per una testimonianza storica, si possono ammirare i resti dei macchinari che per decenni sono serviti alla lavorazione del minerale ferroso estratto nella zona.

Arrivati a Sant’Anna si possono ammirare due ponti, presso il secondo ponte chiamato “ponte alle piastre” si trovano piantati in terra dei grossi chiodi (detti cardi) che rappresentano i giorni di vita che oggi avrebbe la più piccola martire di Sant’Anna, Anna Pardini, opera dell’artista Gianni Moretti.

Scrivici per avere informazioni!

Contattaci